Le Quattro Stagioni di Stanotte a Venezia

 

Questo progetto nasce nel 2005 mentre insegnavo fotografia notturna tra le calli di Venezia in compagnia dei miei allievi, dopo un’attenta documentazione sulla base dei lavori che già in precedenza i miei colleghi fotografi avevano fatto, ho potuto notare che, una ricerca su Venezia di notte completa nelle quattro stagioni, doveva ancora essere eseguita. Così ho voluto dare il mio contributo interpretativo. Ho iniziato con l’aiuto di una cartina geografica dividendo la città in settori che successivamente ho perlustrato.

Mentre la gente se ne stava tranquillamente a casa e si accingeva ad andare a dormire, io uscivo con la mia attrezzatura a documentare quel che la città mi offriva e ad assaporare una Venezia silenziosa, poetica e allo stesso tempo romantica. Non posso dimenticare le difficoltà affrontate nelle serate di pioggia, vento, nebbia, acqua alta, gelo e neve, ma la mia determinazione era così forte che non temevo tutto ciò al fine di ottenere il miglior risultato.


L’esperienza è stata molto positiva anche da lato umano, mi ha permesso di conoscere persone diverse da me, per religione, età, etnia, cultura che incuriosite dalla mia attrezzatura così diversa da quella attuale mi si avvicinavano stupite chiedendomi che tipo di lavoro stessi facendo.
Rimanevano colpiti dal fatto che per eseguire una fotografia di scarsa luce impiegassi circa 40/50 minuti di esposizione affinché la poca luce presente attraversasse il mio obiettivo impressionando la pellicola formando così l’oggetto dell’immagine.


Per documentare l’intera città ho dedicato nelle quattro stagioni più di cento uscite notturne concentrate dalle 22.00 fino alle 5.00 di mattina nell’arco di cinque anni.
La ricerca non è ancora da ritenersi conclusa perché credo di poter dare ancora qualcosa in più magari aspettando la giusta ispirazione.


Ho deciso di presentare dodici immagini al QIP, concorso dedicato ai soli fotografi professionisti italiani ottenendo così la Qualifica Italian Photographer per le capacità tecniche e artistiche, a sua volta ho potuto presentare all’Internnetional Photographer Awards concorso a cui partecipano migliaia di concorrenti da tutto il mondo ricevendo il premio Awards Bronze categoria ricerca.


Tutto il lavoro di Venezia contrariamente ai tempi in cui viviamo, e penso alle tecniche digitali, è stato interamente eseguito su pellicola B.N.grande e medio formato che ho sviluppato e stampato a mano di persona usando la tecnica del Fine Art d’autore eccetto per le gigantografie da un metro quadro.